Attività

Rifugio Torino: un punto di riferimento storico per alpinisti, guide alpine ed escursionisti

A pochi passi dalla stazione di Punta Helbronner si trova lo storico rifugio, testimone delle più importanti ascensioni al Monte Bianco

I più grandi alpinisti del passato hanno pernottato nello storico Rifugio Torino e preparato le loro escursioni in compagnia dei tanti clienti. Oggi, come ieri, è considerato punto di partenza e riferimento per alpinisti e guide alpine di tutto il mondo, ma anche per escursionisti amatoriali appassionati dell’alta quota.

RIFUGIO TORINO, RIPERCORRIAMONE LA STORIA

La sua storia inizia nel lontano 1898 con la costruzione del rifugio da tutti conosciuto come “vecchio”, il cui caseggiato è tuttora visibile salendo in funivia.

L’attuale rifugio, comunemente denominato “nuovo”, è stato costruito nei primi anni ’50 grazie alle sezioni del CAI di Torino e Aosta, oltre ad una partecipazione finanziaria della Regione Valle d’Aosta.

Nel corso del 2015 sono stati effettuati lavori di ammodernamento che può ora ospitare fino a 160 persone.

Dal 24 dicembre 2013, inoltre, il CAI ha affidato la direzione del Rifugio Torino alla famiglia Chanoine. Armando è maestro di sci e guida alpina e insieme alla sua famiglia porta avanti da sempre attività legate al territorio e alla montagna. La famiglia Chanoine gestisce anche il Rifugio Monzino in Val Veny.

Dall’apertura dei nuovi impianti è possibile raggiungere il rifugio direttamente dalla stazione di Punta Helbronner, in pochi minuti, tramite un ascensore e un tunnel appositamente scavati nella roccia che permettono a tutti di accedere alla struttura, senza necessariamente passare dal ghiacciaio.

Il Rifugio è chiuso fino al 28 febbraio 2019.

 

Per ulteriori informazioni: http://www.rifugiotorino.com